HOME‎ > ‎ARCHIVIO‎ > ‎

n° 1 - eclissi dell'anno

pubblicato 4 gen 2011, 05:57 da milano 35   [ aggiornato il 4 gen 2011, 06:04 da Massimo Guerreschi ]

Il 2011 inizia con un appuntamento astronomico: una eclisse parziale di Sole.

Dunque le prime ore della mattina del 4 gennaio saranno un po’ più buie di quanto comporti la stagione invernale: a seconda del luogo in cui abitate, il Sole sorgerà parzialmente eclissato dalla Luna, o verrà in parte eclissato subito dopo essersi affacciato sopra l’orizzonte. Tra le 9 e le 9,30 più di metà del suo disco si oscurerà: fino al 74 per cento a Venezia, un minimo del 64 per cento a Cagliari. In altre città avremo valori intermedi: 71 per cento a Torino, 72 a Milano, Bologna e Ancona, 69 per cento a Napoli, 64,6 a Palermo.

Il 2011 è un anno singolare per ciò che riguarda le eclissi di Sole. Ce ne sarà un’altra il 1˚ giugno, visibile soltanto dalla Groenlandia, dalla Siberia nord-orientale e dall’Alaska; una il 1˚ luglio osservabile a patto di navigare tra l’Atlantico e l’oceano Indiano al largo dell’Antartide e l’Africa, e una il 25 novembre, ancora visibile dall’Antartide e, marginalmente dalla Nuova Zelanda.

Le cose vanno meglio per le eclissi di Luna: la prima, totale, avverrà il 15 giugno, la seconda, pure totale, il 10 dicembre. L’osservazione del 15 giugno sarà comoda, la Luna piena salirà sopra l’orizzonte ad eclisse già iniziata e si immergerà completamente nell’ombra della Terra alle 22,13. Sarà suggestivo vedere la colorazione color rame che assumerà, più o meno scura a seconda delle condizioni della nostra

Ultimo consiglio. Se la notte del 4 gennaio il cielo sarà limpido, non perdetevi le stelle cadenti. Che non sono stelle ma meteore,e precisamente lo sciame delle Q u a d r a n t i d i , frammenti di cometa che penetrano nell’atmosfera alla velocità di 40 chilometri al secondo. Il massimo della pioggia si avrà alle 2,15. Sembrano sbucare da un angolo del cielo a Nord, tra la costellazione del Drago e la stella Mizar, nel timone del Gran Carro.

Comments