HOME‎ > ‎NEWS‎ > ‎Speciale Natale di Gruppo 2011‎ > ‎

Idee per pacchi e pacchetti - 3

pubblicato 14 dic 2010, 07:06 da milano 35   [ aggiornato il 13 dic 2011, 13:54 da la redazione ]

Fare i pacchetti regalo per alcune persone è un vero e proprio supplizio che si ripete per ogni occasione in cui bisogna farne uno che non prevede l’incarto direttamente dal negoziante. Inoltre a volte ci si dimentica di calcolare il prezzo di carte, buste, fiocchi e bigliettini e si spende, anche se di poco, più del previsto, oppure semplicemente ci si può trovare in situazioni di emergenza in cui per un motivo o un altro l’acquisto non è stato fatto e bisogna risolvere in altro modo. O ancora si decide di fare pensierini simbolici a più persone (magari si spendono 2 euro perché si hanno 20 colleghi a cui si vuole regalare un simbolo natalizio!) e non si vuole spendere più per l’incarto che per il regalo stesso.
Qui vi daremo indicazioni per: fare pacchi regalo semplici, per non spendere troppi soldi per incartarli, l’arte dell’arrangiarsi con le cose che si hanno in casa quando ci si è dimenticati tutto il necessario, biglietto incluso.

Innanzitutto in media i fogli di carta da regalo costano 1 euro, quindi se li troviamo anche ad 1,50 euro conviene compare i rotoli. Stessa cosa vale per le coccardine, che costano dai 0,30 euro in su, a seconda della grandezza: anche in questo caso, però, dato che un rotolino di nastro costa anche 0,50 euro conviene il rotolo. I negozi “Tutto a 0,50 euro” o “Tutto a 1 euro”per queste cose sono l’ideale: qui si trovano carte da regalo, rotoli di carta, buste di varie dimensioni, bigliettini, buste di coccardine, rotoli di nastro di diversi colori a prezzi molto differenti, più convenienti della classica cartoleria.
Usare la carta da regalo non per tutti è facile, quindi per ovviare a ciò si possono preferire le buste regalo, che basta spillare solamente, oppure usare carta più semplice da chiudere, come quella crespa, con cui si possono fare confezioni a forma di caramella, o la carta kraft havana, cioè la carta da pacchi marrone, più facile da ripiegare, economica, neutra come colore e adatta a qualsiasi regalo, anche i più grandi (viene una bellissima confezione, se si usa lo spago invece del nastro).
Per incartare si usano molto anche i fogli trasparenti, adatti a confezionare cesti alimentari, cesti di prodotti vari, candele. Fare confezioni con questi fogli è piuttosto facile poiché basta mettere il regalo al centro del foglio e chiudere il foglio stringendolo sopra, poi si chiude con un nastro che si avvolge introno stretto stretto (magari si può stringere meglio usando dello scotch): viene una confezione con fiocco chiuso a mò di uovo di Pasqua.
Con un po’ di fantasia si possono fare pacchi originali usando anche carta stagnola, fogli di giornale, stoffa: oltre allo scotch, la spillatrice è un valido aiuto per chiudere bene i pacchi, che non devo essere chiusi per forza in modo tradizionale!
Il riciclo dei materiali è sicuramente il modo più economico e ad effetto per creare confezioni regalo. Usare la carta di giornale per incartare è un’idea che prima veniva considerata poco chic, invece si sta diffondendo sempre di più e nonostante ciò, è ancora originale, oltre che simpatica ed economica. Invece del biglietto si possono evidenziare con pennarelli fluorescenti le parole che servono a comporre una frase d’auguri. E’ molto usata anche per riempire scatole o cesti, che altrimenti resterebbero un po’ vuoti.
A proposito di scatole, mettere il proprio regalo in scatole fa sicuramente un bell’effetto, ma le scatole in vendita, anche quelle più economiche, costituiscono il modo più costoso per impacchettare un regalo: una soluzione originale e low cost può essere il riciclo di una scatola per le scarpe, che, riempita di carta crespa o carta di giornale o con ciò che più ispira la vostra fantasia,  è un contenitore versatile, presente in ogni casa. Si può cercare di abbellirla anche con colorandola con tempera, foderandola con fogli colorati (da incollare, mai scotchare!) vari, con fotografie stampate su comune carta per la stampa.
Un altro materiale di riciclo che può tornare utile di questi tempi è la carta delle uova di Pasqua: se non ci avevate mai pensato, per la prossima Pasqua potete avere l’accortezza di conservarla, tenendola sotto qualcosa di pesante per togliere via un po’ di grinze: valida idea per incartare dolci oppure giochi per bambini (è sempre così allegra e colorata!).

PUBBLICITÀ
Per ovviare invece alla mancanza di coccarde? Quando in casa non si hanno coccarde per decorare la confezione, non si deve rinunciare per forza al fiocco: utili sono spesso i fiori, i nastrini o il velo dei confetti delle bomboniere, che non vanno mai gettati, oppure si possono riciclare pezzi di stoffa con cui creare fiocchetti da incollare in un angolo del pacco regalo. Se siete a corto anche di questi materiali, ma ne avete le capacità possono essere create decorazioni da pacco carine anche con la pasta di sale o con la carta argentata.
Per ovviare alla mancanza del  biglietto suggeriamo l’utilizzo di: post it, ritagliati in forme simpatiche, carta per la stampante ritagliata in modo originale, su cui scrivere con pennarelli colorati e da incollare direttamente sul pacco, fotografie, avanzi di carta da regalo, pigati in due, in modo che il lato con la fantasia costituisca l’esterno e la parte bianca l’interno del biglietto su cui poter scrivere.

Comments